domenica 15 dicembre 2013

BRIOCHE CON PASTA MADRE E LATTE DI SOIA a doppia lievitazione diretta



Ormai non so più quanti tipi di brioche ho fatto e postato da quando ho la pasta madre e non! Fatto sta che avevo deciso che queste sarebbero state le mie definitive...e ci sta...quando dovrò usare "lillo" il mio li.co.li.....ma con "vito" e che non dovevo provare? certo che si! ed ecco queste favolose brioche, senza riposo in frigo, impastate il pomeriggio, formate la sera e infornate e gustate al mattino!!! Stupendamente golose!!!




Ingredienti


180 gr. di lievito madre rinfrescato

220 gr. di  latte di soia ( o vaccino)
250 gr. di farina manitoba
250 gr. di farina 0
100 gr. di  burro a temperatura ambiente
125 gr. di zucchero superfino
1 punta di cucchiaino di  estratto vaniglia
1 pizzico di sale
65 gr. di tuorlo


La novità sta nel latte di soia. Ho letto da più parti quanto questo latte renda soffici gli impasti e quindi mi è venuto in mente di provarlo nell'impasto delle brioche che morbide devono essere!!
Il risultato non si è discostato molto da quello con latte vaccino.
La mattina ho rinfrescato il mio lievito madre. Ho lasciato che raddoppiasse e che arrivasse l'ora per gestirmi bene il tutto. Non c'è bisogno di rimettere il lievito in frigo al raddoppi, se dobbiamo usarlo entro le 12 ore va lasciato tranquillamente a temperatura ambiente.

Alle 17 ho cominciato l'impasto.

Ho riscaldato il latte e vi ho sciolto il burro fatto a piccoli pezzi, ho sciolto nel liquido anche lo zucchero e i tuorli. Nella macchina del pane ho messo il composto liquido, il lievito a piccoli pezzi, le farine setacciate a cui ho mescolato il sale e la vanillina. Ho impostato il programma che dura 15 minuti. Al termine ho ribaltato l'impasto sulla spianatoia infarinata e ho coperto con un canovaccio lasciando riposare per 30 minuti.
Ho diviso l'impasto in due parti. Con la prima ho ricavato 6 palline da 80 gr.e altrettante più piccoline, ho schiacciato piegato e formato le palle per le brioche e messe su carta forno, ho pigiato al centro, spennellato con un po' di albume e posizionato il "tuppo".




l'Altra metà di impasto l'ho stesa in una sfoglia rotonda sottile meno di mezzo centimetro e con il tagliapizza l'ho divisa in spicchi, ne ho fatti 8 ma secondo me son grandi sarebbe stato meglio 12 (la prossima volta farò così ). Alla base di ogni triangolo ho messo un cucchiaino di marmellata (io di ciliegia home made) . Va bene anche la nutella,;  se si usa la marmellata, che sia ben soda, quelle industriali purtroppo tendono ad uscire in cottura, in questo caso consiglio di farcirle da cotte. Ho arrotolato partendo dalla base del triangolo, tirando verso l'esterno il vertice, e ho formato i cornetti mettendoli sulla leccarda coperta di carta forno.

Ho coperto le due teglie con pellicola e messo in forno con lucina accesa fino al mattino.
La mattina ho acceso il forno a 170° , ho spennellato le brioche con tuorlo sbattuto con un cucchiaio di latte e infornato per circa 25 minuti.




Ho svegliato la mia dolce metà con un profumino delizioso!!
Una volta fredde le ho congelate e al momento dell'uso basterà qualche minuto al microonde o qualcuno in più in forno caldo, in questo caso le avvolgo in stagnola per far si che restino morbide.
buona colazione!!

10 commenti:

  1. Che belleeeeee e chissà che buone porca miseria!!!!! ne vorrei una ora.. :-) un abbraccione :-)

    RispondiElimina
  2. wowwwwwwwwww che meraviglia golosa!!!!!! un abbraccio <3 <3

    RispondiElimina
  3. Che brava!!!!!!!!! Complimentissimi!!!!! ^_^
    Ciaooooo ^_^

    RispondiElimina
  4. Che belle! Non ho mai usato il latte di soia e mi sa che queste brioche potrebbero essere un'ottima idea per provarlo! Grazie per l'idea e un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina
  5. Ma w lillo e vito, sti due omaccioni che si danno tanto da fare... Buonissime!!! Un bascione!

    RispondiElimina
  6. Sono semplicemente stupende, Anna! :D Immagino il profumino a casa tua, sei straordinaria! <3 Che darei per avere uno di quei cornetti per la colazione di domani... poi la marmellata di ciliegia è la mia preferita, sai? :D Complimenti, un abbraccio forte e buona serata! :**

    RispondiElimina
  7. o mamma, cara Anna, io svengo! ricordo di brioche fantastiche mangiate a palermo durante l'adolescenza.. o mamma che meraviglia questi tuoi capolavori. non oso immaginare la bontà e sofficità. sei troppo brava!

    RispondiElimina
  8. Anna ma sono uno spettacolo! Quelle con il tuppo mi fanno una gola tremenda...sei veramente brava e bravo Vito ;-) baciiii

    RispondiElimina
  9. Finalmente mi faccio viva...il momento brutto sta passando poco per volta ma ce ne vuole perchè io lo assorba poco per volta...
    La visione delle tue prelibatezze è una dolce carezza per gli occhi e per le papille gustative
    Complimenti poi per le foto bellissime e chiarissime.
    Gli auguri ce li facciamo poi!!!
    Un abbraccio grande cara amica!

    RispondiElimina

grazie per essere passati a farmi visita,qualunque sia il vostro commento ,è gradito.
I commenti anonimi non saranno pubblicati.